Come sbloccare i siti Web

Uno dei componenti più popolari di Internet ha celebrato il suo 30 ° anniversario nel 2020.


Tre decenni fa, uno scienziato informatico britannico ha pubblicato una proposta storica che delineava la sua visione di quello che sarebbe diventato noto come il World Wide Web, che in questi giorni dovremmo semplicemente chiamare "il web" e che è diventato essenzialmente una scorciatoia per "Internet “.

Ciò che Sir Tim Berners-Lee immaginava era l'implementazione di Hypertext Markup Language insieme ad altre tecnologie di informazione digitale per rendere Internet un sistema veramente globale di navigazione senza restrizioni.

La libertà di informazione era al centro della proposta di Berners-Lee; voleva collegare le reti di computer senza dover disconnettersi dalle sessioni attive e uno dei suoi obiettivi principali era consentire alle persone di tutto il mondo di accedere alle informazioni archiviate nei server di tutto il mondo.

screenshot del progetto world wide web
Dopo la sua proposta, Berners-Lee ha impiegato circa un anno per completare lo sviluppo della prima applicazione software per browser Web e del primo sito Web, che è stato conservato per scopi storici in tutto il suo splendore da riga di comando.

Da quel momento in poi, il web è cresciuto a passi da gigante, e Berners-Lee è stato probabilmente felice di apprendere che aveva raggiunto uno degli obiettivi più importanti della sua proposta: accesso libero e illimitato alle informazioni digitali.

TL; DR - Ottieni una VPN

Se hai bisogno di una risposta immediata, la soluzione migliore è utilizzare la migliore VPN.

I siti Web sono principalmente bloccati dalla posizione geografica e una VPN risolverà questo problema direttamente e senza soluzione di continuità. Esistono altri provider VPN che potrebbero funzionare, ma se solo potessimo raccomandare 2, sarebbero NordVPN ed ExpressVPN. Entrambi hanno avuto prestazioni eccezionali per anni e le loro funzioni aumentano quasi ogni singolo mese.

Non puoi sbagliare con questi due.

  • Leggi il nostro completo Recensione di NordVPN o visitare NordVPN
  • Leggi il nostro completo Recensione di ExpressVPN o visitare ExpressVPN

Hai bisogno di maggiori informazioni? Continua a leggere.

Che aspetto ha il Web oggi

Se hai una certa età, probabilmente ricordi un momento in cui non era necessario sbloccare i siti Web.

Gli anni '90 furono un periodo glorioso per lo sviluppo della tecnologia dell'informazione; a meno che tu non abbia incontrato siti Web che richiedessero l'inserimento di una combinazione di nome utente e password, ti è piaciuta la navigazione senza restrizioni di ciò che è noto come "Surface Web", un termine che è emerso per distinguerlo dal "Deep Web".

La parte visibile del web esiste su uno spazio di informazioni sulla superficie; tutto il resto, infatti, la maggior parte del web, può accedere solo con credenziali dell'account o browser specializzati che si connettono a servizi nascosti. Surface Web non conteneva quasi alcun sito Web bloccato geograficamente prima del 21 ° secolo, ma non è più così nel 2020.

I siti Web bloccati geograficamente sono qualcosa a cui Sir Tim Berners-Lee probabilmente ha pensato quando ha inventato il web, ma certamente non si aspettava di vederlo accadere nella maggior parte dei giorni nostri. Prima di continuare a spiegare perché avvengono i blocchi geografici e come è possibile sbloccare i siti Web utilizzando la tecnologia di rete privata virtuale, citiamo brevemente come si sente Berners-Lee sul web 30 dopo averlo inventato: non è esattamente soddisfatto del modo in cui le cose si sono sviluppati, in particolare in termini di libertà di informazione.

Sai come non chiamiamo più questo componente Internet il World Wide Web? Abbiamo accorciato il Web senza renderci conto che i siti Web geo-bloccati hanno già rimosso questa caratteristica mondiale. Il modo in cui il Web ti guarda in Australia è diverso da quello che sembra agli utenti negli Stati Uniti, in Costa Rica e in molti altri paesi (Leggi di più: Stato della privacy online in Australia)

Sir Tim Berners-Lee, inventore del World Wide Web

In alcuni casi, i governi impongono misure di censura che ci si può aspettare da regimi totalitari come Cina, Cuba, Iran, Siria, Sudan e altri. Oltre alla censura di Internet, troviamo anche aziende private, molte delle quali americane, che vengono contratte per creare barriere che ostacolano la navigazione senza restrizioni.

Non sorprende che Berners-Lee sia deluso: i siti geo-bloccati sono un anatema per ciò che aveva in mente, ma lo sono ora una scomoda realtà del mondo digitale viviamo in.

Come funzionano i siti Web geo-bloccati

Esistono vari metodi che i governi, i fornitori di servizi Internet (ISP) e le aziende tecnologiche possono utilizzare per impedire l'accesso ai siti Web; persino bloccando Youtube. Per spiegare come funziona, chiameremo le entità bloccanti "attori" per i quali la navigazione senza restrizioni è qualcosa che va contro i loro modelli di business e i metodi di governance. Cominciamo con un caso estremo, il Great Firewall of China, che regola l'accesso a Internet a livello nazionale.

Sito Web con blocco geograficoIl GFW cerca apparentemente di far rispettare la legge cinese che conferisce al governo, ma più specificamente al Partito comunista cinese, l'autorità di controllare Internet all'interno dei confini sovrani. La realtà è più in linea con la censura, il controllo sociale e la sorveglianza di massa, motivo per cui la popolarità dei browser più sicuri e delle e-mail più sicure sta crescendo.

Numerose metodologie sono applicate a supporto del GFW; al livello più elementare, gli indirizzi IPv4 e IPv6 sono bloccati e un buon esempio in tal senso è la versione cinese di Wikipedia. Un metodo più sofisticato e efficace prevede l'interferenza con i sistemi di indirizzi DNS a livello di ISP, ma questo è facile per i regolatori cinesi perché gli operatori ISP devono rispondere al governo e rendere difficile per i cittadini nascondere il proprio indirizzo IP.

In Cina, non è raro scoprire che le impostazioni DNS di un computer sono state modificate attacchi di avvelenamento che vengono lanciati su vasta scala. Questi attacchi sono stati sperimentati da turisti e altri visitatori stranieri i cui laptop e smartphone non sono in grado di accedere a determinati siti Web anche dopo il loro ritorno a casa.

Per quanto riguarda le società private con siti Web geo-bloccati, la loro logica si basa su questioni relative alla conformità, alle leggi sul copyright, agli accordi commerciali e al controllo su determinati mercati.

Forse ricordi un momento in cui i DVD erano molto più popolari dei servizi di streaming video come Netflix, Hulu, YouTube e BBC iPlayer. All'epoca, i distributori di DVD ricorrevano a tecnologie come la codifica per regione in modo che un disco acquistato in un paese non potesse essere riprodotto in un altro. Sebbene il contenuto in streaming sia il più spesso influenzato dal geoblocking, anche altri siti Web come Craigslist sono noti in questo senso.

Ripristina Navigazione senza restrizioni

Se la tua visione del web è più in linea con ciò che Sir Tim Berners-Lee aveva in mente 30 anni fa, devi a te stesso usare una tecnologia adeguata per aiutarti a bypassare queste restrizioni.

Un modo per farlo sarebbe attraverso un proxy web o capire come accedere ai server proxy; questo è un metodo che gli utenti cinesi di Internet usano da anni con vari livelli di successo. Il problema con i proxy web è che alcuni venditori di tecnologie hanno sviluppato metodi per rilevarli attraverso costrutti di intelligenza artificiale; inoltre, non sono affidabili come le persone vorrebbero che fossero, e spesso non funzioneranno con i servizi di streaming o le app mobili.

Esiste una ragione più delicata per cui potresti non voler utilizzare i proxy web nel 2020: se devi rimanere anonimo quando accedi ai siti Web, dovrai assicurarti che il server remoto non sia in grado di acquisire determinate informazioni che potrebbero identificarti.

Questo non è un grosso problema se stai solo cercando di visualizzare un video musicale di YouTube che per qualche motivo è bloccato nel tuo paese, ma che ne dici se stai controllando per vedere se c'è un mandato d'arresto in un altro paese? Supponiamo che un regime autoritario sappia che risiedi in Australia e un ordine per il tuo arresto è stato pubblicato sul sito web del loro Ministero degli Affari Esteri; in questo caso, ad esempio, non vorrai mai utilizzare un proxy web dal tuo smartphone a Melbourne. In sostanza, i proxy non sono generalmente sicuri.

Tenendo presente quanto sopra, ecco alcuni consigli su come sbloccare i siti Web per vari motivi nel 2020. Inizieremo con l'utilizzo di una VPN perché questo è il metodo migliore e più intelligente; un tunnel VPN, noto anche come tunnel sicuro, può essere usato per molto più che guardare l'ultimo episodio di "Game of Thrones".

Utilizzo di una VPN per sbloccare i siti Web

Una rete privata virtuale è un'estensione di una rete di informazioni digitali che può operare su spazi pubblici mediante connessioni punto-punto. La storia di questa tecnologia risale alla metà degli anni '90, quando un team di ingegneri di rete di Microsoft ha creato un protocollo di comunicazione digitale che forniva molta più sicurezza rispetto alle prime connessioni remote stabilito mediante sessioni terminali.

come funziona vpn

Per capire come funziona una VPN, aiuta a discernere come i dati vengono trasmessi dai dispositivi di personal computer a Internet. Per poter accedere al Web, le informazioni digitali devono essere raccolte e scambiate, e questo in genere accade in un modo che lascia i tuoi dati aperti a chiunque.

Ai fini del blocco geografico, i provider di streaming come Netflix guardano queste informazioni e determinano dove ti trovi; se ti trovi nel Queensland, ad esempio, vedrai un catalogo di contenuti destinato al mercato australiano, il che significa che alcuni programmi potrebbero essere stati bloccati in base ad accordi di distribuzione aziendale: anche HBO viene bloccato in questo modo.

Sblocca i siti Web con NordVPN

Dato che abbiamo citato Netflix più di una volta a titolo di esempio, potresti anche imparare ora che la tua migliore opzione per sbloccare Netflix nel 2020 è NordVPN, una società che è operativa dal 2012.

NordVPN è iniziato come un progetto di libertà su Internet basato sui forti ideali di privacy e libero accesso alle informazioni osservate dalle nazioni nordiche; in questi giorni, la società è diventata la soluzione più consigliata per gli utenti che desiderano accedere ai siti Web da tutto il mondo.

Uno dei motivi per cui NordVPN è ideale per sbloccare contenuti con restrizioni geografiche è che operano su oltre 5.000 server che coprono 6 continenti; inoltre, i protocolli VPN e i livelli di crittografia utilizzati da NordVPN assicurati che la tua privacy non sia mai compromessa.

Sblocca i siti Web con ExpressVPN

Ecco un altro servizio VPN di cui ti puoi fidare quando cerchi di eludere quelle fastidiose misure di geoblocco.

ExpressVPN offre molto più che semplici server in tutto il mondo; fornisce anche un livello legale di protezione dei dati trovandosi nelle Isole Vergini britanniche, una giurisdizione nota per le sue rigide leggi sulla privacy. Quando si utilizza ExpressVPN, non è necessario preoccuparsi dei criteri di registrazione o della cronologia delle connessioni. Le leggi di questa nazione insulare obbligano le entità commerciali a custodire gelosamente l'identità dei loro clienti, e questo è qualcosa che ExpressVPN è orgoglioso di seguire.

Utilizzando la cache del motore di ricerca

Quando non sei in grado di accedere a un sito web a causa del geoblocking, potresti essere in grado di raccogliere parte del suo contenuto cercando le versioni cache delle sue pagine. I crawler dei motori di ricerca gestiti da Google e Bing essenzialmente copiano intere versioni di siti Web, meno alcuni elementi, per l'hosting successivo sui loro server.

memorizzazione nella cache dei motori di ricerca

Ciò che ciò significa per te è che puoi utilizzare Google per cercare siti Web che ritieni siano bloccati; una volta visualizzato il risultato della ricerca, noterai una piccola freccia verde accanto all'URL, ed è qui che puoi verificare se è disponibile una versione memorizzata nella cache. Sfortunatamente, questo non funzionerà se il sito Web in questione ha configurato il file robots.txt per impedire la scansione.

Utilizzando la rete Tor

Onion Router era un progetto di sviluppo software avviato presso la U.S. Defence Advanced Research Projects Agency e successivamente finanziato dalla Electronic Frontier Foundation allo scopo di instradare il traffico Internet attraverso una rete globale di server e nodi privati ​​gestiti su base volontaria.

La navigazione sulla rete Tor è altamente raccomandato per gli utenti che hanno profonde preoccupazioni per la loro privacy; ad esempio, giornalisti investigativi che hanno il dovere di proteggere l'identità delle loro fonti.

L'accesso alla rete Tor era un po 'complicato qualche anno fa, ma non più; ora puoi iniziare installando il browser Tor per Windows, macOS, Android o Linux.

Tor potrebbe non funzionare ogni volta, e la connettività può essere incerta a volte, ma in genere puoi fidarti che funzionerà diligentemente come strumento per salvaguardare la tua privacy. La cosa bella dell'utilizzo della rete Tor è che puoi imparare molto sulla privacy digitale e non ci vorrà molto prima di iniziare a utilizzare una firma GPG per proteggere le tue comunicazioni e-mail.

Pensieri finali

Senza dubbio, NordVPN ed ExpressVPN sono i metodi migliori per aggirare il geoblocking nel 2020. Come precedentemente discusso, l'uso dei proxy Web sta diventando datato e francamente, non sicuro per gli utenti. Il tentativo di accedere ai siti bloccati utilizzando la cache del motore di ricerca di Google potrebbe non portarti molto lontano. La rete Tor è eccellente per la privacy dei dati, ma non è una buona opzione per sbloccare YouTube o Netflix.

Alla fine, l'utilizzo di una VPN è il modo più affidabile e senza soluzione di continuità, soprattutto se si utilizza più di un dispositivo per accedere a siti Web e servizi di streaming. Una volta selezionata la soluzione VPN che funziona davvero per la tua situazione, potresti voler esaminare l'installazione sul tuo router wireless per la massima efficienza e privacy (Leggi di più: Il miglior router VPN).

FAQs

D: Come posso sbloccare un sito su un firewall?

UN: In alcuni casi, i siti Web ai quali non è possibile accedere potrebbero essere bloccati a livello di firewall, il che significa che potrebbero essere stati filtrati localmente dal router, dal sistema operativo o dal programma antivirus, a prescindere dal fatto che uno stia gestendo il firewall. Sfortunatamente, la soluzione non è universale in questo caso; dovrai sapere come accedere al firewall e creare un'eccezione oppure rimuovere il sito Web dalla lista nera.

Q: Come sbloccare Craigslist?

UN: È facile come cambiare il tuo indirizzo IP, che è la caratteristica principale dei servizi VPN. Puoi anche provare la rete Tor o persino un proxy web, ma tieni presente che quest'ultima opzione potrebbe non funzionare se JavaScript è abilitato.

D: Come limitare o rimuovere il blocco IP?

UN: Se gestisci il tuo sito Web, puoi limitare l'accesso tramite indirizzi IP specifici o un intervallo IP dalla schermata di amministrazione di cPanel, ed è qui che puoi rimuovere la restrizione. Non è possibile impedire il blocco IP sui siti Web che non si gestiscono perché non si dispone dei privilegi di amministratore; tuttavia, è possibile aggirare il blocco IP con soluzioni come NordVPN ed ExpressVPN.

D: Gli ISP conoscono i siti che visiti?

UN: Il tuo ISP deve praticamente conoscere gli indirizzi IP che visiti ai fini del routing del traffico e i numeri di porta a cui stai tentando di accedere, quindi la risposta breve sarebbe sì, ma ciò non significa che stiano guardando il contenuto a cui stai accedendo ; sono troppo impegnati a fare soldi in un panorama commerciale competitivo per preoccuparsi della tua coda o e-mail Netflix. Gli ISP americani dovrebbero conservare i metadati della tua attività di traffico per sei mesi e possono condividere tali registri con le forze dell'ordine e le agenzie di intelligence ai sensi della legge; questa è un'altra buona ragione per cui dovremmo usare le VPN nel 2020.

David Gewirtz
David Gewirtz Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me